martedì
23 gennaio 2018
ore 01:28
 
PALIO DELL'OCA
Guarda il programma delle manifestazioni legate al Palio dell'Oca
> la vigilia
> la storia
> le regole
> i giochi
> l'albo d'oro
> l'arena di gioco
> Arcieri dell'Oca
> I Balestrieri
> Tamburi e Chiarine
> prevendita biglietti
> come arrivare
 
> Album Fotografico
L'ARENA DI GIOCO

 

Il Palio dalla Piazza a Sant'Emidio

Il Palio dell'Oca in Piazza Matteotti
Dalla traslazione di Cagli, avvenuta nel 1289, la Piazza Maggiore, oggi Piazza Matteotti, è il centro vitale della Città, luogo in cui si volgono le più importanti manifestazioni, nel quale vi sono i palazzi deputati all'amministrazione politica (il Comune) e religiosa (il Duomo) della Comunità.
Sembrò quindi naturale, nel 1987, anno del primo Palio, che proprio questa Piazza fosse il teatro della disputa dell'oca tra i 4 Quartieri cittadini.
Senza dubbio, nel cuore di chi ha partecipato ai Palii in Piazza,rimarrà indelebile l'emozione di entrare nel rettangolo circondato di folla la seconda domenica di agosto.


Dal 2003, con l'elezione del nuovo Consiglio, si è presa una decisione importante quanto coraggiosa: spostare il campo di gara dalla sede precedente, la Piazza, a quella attuale, l'arena di Sant'Emidio.
Il Presidente e i Consiglieri, al termine di una necessaria riflessione, hanno optato per questo cambiamento pur cogliendone i rischi e affrontando il malumore di una parte di volontari e paggi giocatori.
Il salto nel buio però si è verificato essere una scommessa vinta.
La possibilità di nuovi giochi di sicuro impatto per il pubblico (dal 2003 il gruppo arcieri e quello cavalieri; dal 2004 il gruppo balestrieri, affiancati agli ormai storici paggi giocatori) e il notevole risparmio per la presenza in loco delle tribune per gli spettatori, ha permesso all'Associazione di liberare non indifferenti somme di denaro che, d'ora in avanti, potranno essere investite a favore della spettacolarità e della ricchezza di sfilata, campo di gara e Città.
Oggi si coglie più di prima il valore affidato alla Piazza, centro naturale della manifestazione e della vita cittadina. Le cerimonie, infatti, maggiormente dense di significato per la comunità, connesse al Palio Storico “Giuoco dell'oca”, continuano ad esservi svolte: le investiture del Podestà, dei quattro Capitani di Quartiere, l'estrazione dell'ordine di partenza dei Quartieri e, nel Duomo, la suggestiva accensione della lampada votiva come segno della rinnovata devozione di Cagli nei confronti del suo Patrono Geronzio.

Il Palio nell'Arena di S.Emidio
  © 2004-2018 Spirito Cagliese v.1.0

:: per contattare lo Staff clicca qui ::
:: risoluzione consigliata 800x600 ::
:: pagina generata in 0,0000 secondi ::