percorso :: home > speciale elezioni 2013 > guida al voto
 


Quando si vota

Le operazioni di voto si svolgono:
domenica 24 febbraio, dalle ore 8 alle ore 22
lunedì 25 febbraio, dalle ore 7 alle ore 15


La tessera elettorale

Per esercitare il diritto di voto, presso l'ufficio elettorale di sezione nelle cui liste risulta iscritto, l'elettore dovrà esibire, oltre a un documento di riconoscimento valido, la tessera elettorale.
Chi avesse smarrito la propria tessera potrà chiederne il duplicato all'ufficio elettorale del comune di residenza.
Gli elettori sono invitati a voler verificare sin d’ora se siano in possesso di tale documento e, in mancanza, a richiedere al più presto il rilascio del duplicato, evitando di concentrare tali richieste nei giorni di votazione.


I colori delle schede elettorali

Scheda rosa - elezione della Camera dei deputati
Scheda gialla - elezione del Senato della Repubblica


Come si vota

La legge elettorale prevede, per l’elezione della Camera e del Senato, un sistema proporzionale con premio di maggioranza e soglie di sbarramento.
Per l’elezione della Camera possono votare i cittadini che hanno compiuto 18 anni, mentre per l’elezione del Senato possono votare coloro che hanno compiuto 25 anni.
Sia per l’elezione della Camera (scheda rosa) sia per l’elezione del Senato (scheda gialla), l’elettore esprime il voto tracciando con la matita copiativa un solo segno (esempio, una croce o una barra) nel riquadro che contiene il contrassegno della lista prescelta.
Non si possono esprimere preferenze.
E’ vietato scrivere sulla scheda il nominativo dei candidati e qualsiasi altra indicazione. E’ importante ricordare che, anche nel caso di liste collegate in coalizione, il segno va sempre posto solo sul contrassegno della lista che si vuole votare e non sull’intera coalizione.


Fac-simile della scheda per l'elezione della Camera dei Deputati



Fac-simile della scheda per l'elezione del Senato della Repubblica


Il divieto di introdurre telefoni cellulari nelle cabine elettorali

Per assicurare la segretezza dell’espressione del diritto di voto è vietato introdurre all’interno delle cabine elettorali telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini.
Il presidente dell’ufficio elettorale di sezione, all’atto della presentazione del documento di identificazione e della tessera elettorale da parte dell’elettore, inviterà l’elettore stesso a depositare le apparecchiature indicate di cui è al momento in possesso.
Le apparecchiature depositate dall’elettore, prese in consegna dal presidente dell’ufficio elettorale di sezione unitamente al documento di identificazione e alla tessera elettorale, saranno restituite dopo l’espressione del voto.
Chiunque violi tale divieto è passibile di denuncia alla competente autorità giudiziaria con conseguenti sanzioni detentive e pecuniarie.


Le operazioni di scrutinio

Lunedì 25 febbraio, al termine delle operazioni di voto e di riscontro dei votanti, iniziano le operazioni di spoglio delle schede per l’elezione del Senato, seguono quelle della Camera.


Fonte: Ministero dell'Interno

Torna in alto